Monitoring Web Services con Nagios

Chi si trova a sviluppare web services su piattaforme diverse da Java, tipo PHP o altro, prima o poi avrà la necessità di uno strumento di monitoraggio, in particolar modo una volta che i web services si trovano in ambiente di produzione.  Solitamente quando i web services sono sviluppati su piattaforme basate su Java si hanno a disposizione anche gli strumenti per il monitoraggio,  nel caso di web services basati su PHP tali strumenti sono per lo più assenti.

Cosa s’intendente per monitoraggio dei web services ? A questa domanda si potrebbe rispondere in vari modi sulla base delle diverse esigenze, in linea generale il minimo indispensabile potrebbe essere:

  • Verifica raggiungibilità dei web services attraverso la rete (uno o più EndPoint, un servizio potrebbe avere diversi EndPoint)
  • Verifica della risposta dei web services entro gli SLA (Service Level Agreement) previsti
  • Verifica che a fronte delle richieste effettuate i web services rispondano in maniera corretta (validazione XSD del messaggio di risposta)

Lo strumento software Open Source che consente di fare quanto indicato sopra è per l’appunto Nagios con l’aiuto del plug-in WebInject.

WebInject è uno strumento Open Source per il testing automatizzato delle applicazioni web e web services. Può essere usato per testare i singoli componenti del sistema che hanno interfacce HTTP (JSP, ASP, CGI, PHP, AJAX, Servlet, HTML Forms, XML / SOAP Web Services, REST, etc), e può essere utilizzato come un test harness e test di regressione. Un test harness consente di eseguire numerosi test e raccogliere dati in modo da poter successivamente ottenere dei report.

Sul sito di WebInject trovate tutta la documentazione per l’installazione e configurazione, inoltre  all’indirizzo http://www.webinject.org/webservices.html trovate la sezione dedicata ai web service.

0 Condivisioni

Antonio Musarra

I began my journey into the world of computing from an Olivetti M24 PC (http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_M24) bought by my father for his work. Day after day, quickly taking control until … Now doing business consulting for projects in the enterprise application development using web-oriented technologies such as J2EE, Web Services, ESB, TIBCO, PHP.

Potrebbero interessarti anche...

Cos'è il progetto CIE/CNS Apache Docker - Developers Italia

In questo video https://youtu.be/TcAzn1POhsM introdurrò il progetto CIE/CNS Apache Docker di Developers Italia (https://developers.italia.it/it/cie/#resourcecontent-3) nato circa due anni fa.

L'obiettivo di questo progetto è quello di fornire un template pronto all'uso che realizza un sistema di autenticazione tramite la Smart Card TS-CNS (o CNS) e la CIE (Carta d'Identità Elettronica) basato su Apache HTTP. Ognuno può poi modificare o specializzare questo progetto sulla base delle proprie esigenze Si tratta di un progetto docker per la creazione di un container che implementa un sistema di mutua autenticazione o autenticazione bilaterale SSL/TLS.

Questo meccanismo di autenticazione richiede anche il certificato digitale da parte del client, certificato che in questo caso risiede all'interno della TS-CNS o della CIE. La particolarità del sistema implementato (attraverso questo container) è quella di consentire l'autenticazione tramite:

  • La TS-CNS (Tessera Sanitaria - Carta Nazionale Servizi), rilasciata dalla regione di appartenenza;
  • La CIE (Carta d'Identità Elettronica), rilasciata dal comune di residenza.

Nella versione 2.0.0 il progetto è stato aggiornato per essere uniforme alle linee guida di Bootstrap Italia. A seguire alcune risorse che possono essere utili.

  • Cos’è il progetto CIE/CNS Apache Docker (http://bit.ly/3aJ5Gbl)
  • CIE Carta d'Identità Elettronica (https://developers.italia.it/it/cie/)
  • Carta Nazionale dei Servizi (https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/carta-nazionale-servizi)
  • Raspberry Pi – Un esempio di applicazione della TS-CNS (https://bit.ly/3hkJ8Aj)
  • Pubblicare il servizio CIE/CNS Apache Docker su Azure Cloud (http://bit.ly/3aPoq8V)
  • Come accedere al portale VETINFO tramite TS-CNS e Mac OS (http://bit.ly/2VFMKq7)