Virtual Appliance SugarCRM + PostgreSQL

Qualche tempo fa ho lavorato pesantemente su SugarCRM 5.5 Community Edition con lo scopo di aggiungere il supporto al data base PostgreSQL. L’operazione d’implementazione è stata abbastanza complessa a causa dei tanti “if $dbType …” dispersi a destra e sinistra per il codice sorgente. Con l’introduzione della versione 6.4 di SugarCRM, ho avuto modo di apprezzare il lavoro svolto sul livello di accesso ai dati del data base (e qui ho scritto un breve post http://musarra.wordpress.com/2011/11/28/sugar-community-edition-6 -4-beta-db-layer-refactoring), per questo motivo ho deciso di portare il driver sulla versione 6.4.4 di SugarCRM. Con mia grande sorpresa, a distanza di poco tempo, ho raggiunto dei buoni risultati!

Per portare avanti la “nuova sfida”, ho eseguito il fork del progetto SugarCRM Community Edition dal repository GitHub sul mio repository che per l’occasione ho chiamato sugarcrm_dev_PostgreSQL. Ho preferito sfruttare la Wiki di GitHub, all’interno della quale ho creato una pagina ad hoc per PostgreSQL e dove ho inserito le informazioni essenziali per un veloce startup da parte di chi volesse contribuire alle fasi di test, fix, etc…

Grazie all’ambiente Suse Studio, ho preparato al volo, una Virtual Appliance ad hoc per la coppia SugarCRM/PostgreSQL. Spero di aver avuto una buona idea e che molti apprezzeranno!

Test DriveE’ possibile eseguire un test drive immediato o scaricare la Virtual Appliance (in formato VMware Image) in modo da installarla localmente, ricordo, infatti, che il test driver ha una durata di soli 60 minuti. Tutti i dettagli sulla Virtual Appliance sono disponibili al seguente indirizzo http://susestudio.com/a/2Vav5p/sugarcrm-ce-6-4-postgresql, mentre sulla pagina PostgreSQL sono illustrati i passi del Quick Launch con la Virtual Appliance.

Risorse collegate:

Buon Driver a tutti!!!

0 Condivisioni

Antonio Musarra

I began my journey into the world of computing from an Olivetti M24 PC (http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_M24) bought by my father for his work. Day after day, quickly taking control until … Now doing business consulting for projects in the enterprise application development using web-oriented technologies such as J2EE, Web Services, ESB, TIBCO, PHP.

Potrebbero interessarti anche...

Cos'è il progetto CIE/CNS Apache Docker - Developers Italia

In questo video https://youtu.be/TcAzn1POhsM introdurrò il progetto CIE/CNS Apache Docker di Developers Italia (https://developers.italia.it/it/cie/#resourcecontent-3) nato circa due anni fa.

L'obiettivo di questo progetto è quello di fornire un template pronto all'uso che realizza un sistema di autenticazione tramite la Smart Card TS-CNS (o CNS) e la CIE (Carta d'Identità Elettronica) basato su Apache HTTP. Ognuno può poi modificare o specializzare questo progetto sulla base delle proprie esigenze Si tratta di un progetto docker per la creazione di un container che implementa un sistema di mutua autenticazione o autenticazione bilaterale SSL/TLS.

Questo meccanismo di autenticazione richiede anche il certificato digitale da parte del client, certificato che in questo caso risiede all'interno della TS-CNS o della CIE. La particolarità del sistema implementato (attraverso questo container) è quella di consentire l'autenticazione tramite:

  • La TS-CNS (Tessera Sanitaria - Carta Nazionale Servizi), rilasciata dalla regione di appartenenza;
  • La CIE (Carta d'Identità Elettronica), rilasciata dal comune di residenza.

Nella versione 2.0.0 il progetto è stato aggiornato per essere uniforme alle linee guida di Bootstrap Italia. A seguire alcune risorse che possono essere utili.

  • Cos’è il progetto CIE/CNS Apache Docker (http://bit.ly/3aJ5Gbl)
  • CIE Carta d'Identità Elettronica (https://developers.italia.it/it/cie/)
  • Carta Nazionale dei Servizi (https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/carta-nazionale-servizi)
  • Raspberry Pi – Un esempio di applicazione della TS-CNS (https://bit.ly/3hkJ8Aj)
  • Pubblicare il servizio CIE/CNS Apache Docker su Azure Cloud (http://bit.ly/3aPoq8V)
  • Come accedere al portale VETINFO tramite TS-CNS e Mac OS (http://bit.ly/2VFMKq7)